UN MODERNO SISTEMA DI GESTIONE DEL SERVIZIO

ACTS DI SAVONA: IL FUTURO E' QUI

E' in dirittura d'arrivo il modernissimo sistema adottato dal Consorzio ACTS di Savona per monitorare e controllare la rete dei servizi pubblici di trasporto nel comparto Savonese.

Superando non poche difficoltà (non ultima quella relativa all'installazione delle paline intelligenti di fermata), il sistema può a ragione considerarsi il più avanzato e completo di quelli installati nel nostro Paese.

Articolato su due distinte reti di collegamento, in UHF per l'ambito urbano e in VHF per quello extraurbano - rispettivamente "coperti" con l'ausilio di un ponte ripetitore per la città e 8 per il servizio interurbano - il sistema si avvale di due autonome conformazioni in grado di fornire ogni elemento utile per il controllo in tempo reale del servizio e per la storicizzazione dei dati di quello espletato.

In particolare per il comparto urbano viene effettuato il costante monitoraggio del servizio, la localizzazione dei mezzi, la regolarità dei transiti (rispetto ad un piano prefissato di servizio), lo stato di affollamento degli autobus, la regolarità dell'automacchina mentre a bordo è possibile visualizzare specifici messaggi per i passeggeri o, ove ne ricorrano le esigenze, trasmettere per gli stessi messaggi in fonia.

Il Centro Operativo può tenere costantemente sotto controllo tutto il servizio svolto, seguire un singolo autobus o l'andamento di una specifica linea.

La posizione degli autobus viene individuata sotto forma di tabelle o, in alternativa, visualizzata su carte topografiche: in questo secondo caso è quindi sufficiente richiedere lo stato di una linea per vedere dove siano, in quel momento, tutti gli autobus che su tale linea prestano servizio.

I dati dell'intera giornata di servizio vengono "scaricati" automaticamente al rientro dell'autobus in rimessa. Essi contengono anche la movimentazione dei passeggeri per ogni singola fermata - saliti e discesi - per ogni autobus e per ogni specifica corsa effettuata.

Per il servizio extraurbano si è scelto di evitare il continuo monitoraggio dei mezzi che, comunque, possono comunicare automaticamente o su interrogazione la loro posizione, fruendo anch'essi della localizzazione satellitare GPS.

Anche gli autobus extraurbani provvedono, automaticamente, allo "scarico" dei dati giornalieri di servizio al rientro in rimessa.

E' evidente come in questo modo tutti i dati diventino disponibili per l'azienda che potrà, quindi, predisporre i nuovi piani di servizio in maniera più mirata rispetto alla domanda.

Realizzato dall'ELSAG di Genova su ipotesi progettuali della Tecmen srl, l'intero sistema fornisce altre, importanti prestazioni.

Ad esempio è possibile, utilizzando speciali algoritmi e le conoscenze "storiche" del servizio, individuare le soglie di probabili evasioni nella regolarizzazione dei titoli di viaggio. Le obliteratrici di bordo forniscono i dati della loro utilizzazione, mentre i passeggeri in vettura vengono "contati" (discriminando quelli saliti rispetto ai discesi ad ogni fermata): la banca dati "storica" permette di valutare su ogni tratto quanti siano i passeggeri muniti di abbonamento, quanti siano quelli che utilizzano i biglietti a validità oraria ecc. Le differenze tra il reale ed il teorico consentono perciò di individuare le "zone" calde in cui, più facilmente, emergono fenomeni di evasione e predisporre le opportune verifiche sul campo.

Un'altra specificità è data dall'alto grado di sicurezza fornita agli autisti. Grazie al sistema satellitare ed alla possibilità di conoscere in ogni istante la posizione dell'autobus, un segnale di allarme inviato in modo discreto dall'autista, contenente l'indicazione della località in cui si trova l'autobus, giunge al centro operativo unitamente alla sigla dell'autobus che lo ha generato. L'operatore della centrale può attivare un microfono ambientale installato a bordo e "sentire" tutto ciò che succede. L'intervento di eventuali forze di soccorso può essere perciò tempestivo e attivato per ogni evenienza.

La gestione delle entrate ed uscite dalle rimesse, dei rifornimenti degli autobus, della stesura di piani di manutenzione programmata, sono altrettanti aspetti del generale disegno della gestione centralizzata di un servizio di trasporto pubblico di persone.

Particolare cura è stata poi dedicata al settore dell'informazione all'utenza.

Oltre alla già considerata possibilità di inviare messaggi - a voce o per iscritto - ai passeggeri presenti su di un autobus, un gruppo di autobus o tutti gli autobus in servizio, l'installazione sul territorio, in prossimità dei nodi di maggior traffico di paline di fermata "intelligenti" consente di comunicare agli utenti in attesa di un autobus quale sarà il primo ad arrivare e, per ogni linea, quanti minuti saranno necessari prima che quello desiderato arrivi.

una palina intelligente. Ne verranno installate 25

la dotazione di bordo facilmente accessibile dall'autista


una postazione del centro da cui è possibile controllare il servizio

Le informazioni, aggiornate in tempo reale grazie ai dati che l'autobus comunica al centro in continuità, possono essere anche integrate da specifici messaggi che possono informare su eventuali generali disservizi (interruzioni per cortei, incidenti ecc.), verificati su di un percorso o su di una linea.

I monitor delle paline, in versione particolarmente adatta a prevenire atti di vandalismo, possono anche essere utilizzati, a scelta del gestore del servizio, per altri messaggi pubblicitari o infomativi.

Per rendere possibile una concreta sinergia tra il gestore del servizio pubblico (azienda di trasporto) e il gestore del traffico (amministrazione comunale), il sistema è in grado di trasferire i dati relativi alla velocità di scorrimento sui diversi tracciati, alla polizia municipale che, in questo caso, ha a disposizione utili elementi di valutazione sulla scorrevolezza del traffico e, desiderandolo, può predisporre adeguati piani di ciclaggio dei semafori per favorire il trasporto pubblico.

Infine non è da sottovalutare la filosofia costruttiva generale del sistema.

Tenuti fermi alcuni punti riferiti all'hardware tra i quali, ad esempio, la copertura radio e le comunicazioni fonia-dati, l'utilizzo del GPS, l'utilizzo di paline intelligenti, la gestione dei "piazzali" delle rimesse, l'archiviazione dei dati, l'uso di badge di bordo per i dati dell'autista e di trasponder per la ricezione dei dati all'uscita ed al rientro dalle autorimesse, la parte software è stata realizzata a moduli tra loro indipendenti in modo che risulterà facilitato ogni loro aggiornamento o implementazione per far fronte a nuove esigenze.

il Presidente dell'ACTS cap.Amandola e il Dir. Gen. ing. Stroscio

una delle videate: sono visibili gli autobus, ritardi o anticipi, i passeggeri a bordo e ogni notizia utile al controllo del servizio

ritorna alla pagina principale