LE CONSULENZE SONO NECESSARIE?

Il problema dell'adozione, del rimodernamento o della messa a norma di un impianto di telecomunicazione ed in particolare di un impianto utilizzante le onde radioelettriche, non è un problema di poco conto e non sempre le risorse interne sono disponibili sia per una oggettiva carenza di tempo da dedicare allo studio della questione, sia per mancanza di specifiche conoscenze tecniche o giuridiche.

La complessità della materia, la grande varietà dei prodotti e delle soluzioni offerte dalla produzione, ha determinato più di una situazione di imbarazzo che si è risolta talvolta con la scelta affrettata di soluzioni che non sempre sono risultate le migliori rispetto alle attese od alle esigenze.

In altre il ricorso al restrittivo metodo del minor costo si è rivelato un vero e proprio boomerang perché, onde poter, finalmente, disporre di un sistema adeguato, si è dovuti ricorrere ad acquisti successivi (optional o meno) con il risultato facilmente intuibile di veder aumentati a dismisura gli oneri sopportati.

E' opportuno sottolineare al proposito come non sia facile che le ditte costruttrici o distributrici delle apparecchiature o dei sistemi, ancorchè contattate direttamente sulla scorta di una iniziativa non sempre adeguata e coerente con le norme che regolano gli acquisti nella pubblica amministrazione, possano farsi carico delle esigenze inespresse dal cliente, offrendo soluzioni che risolvano in maniera ottimale il problema.

L'introduzione di un sistema di telecomunicazioni moderno ed affidabile (poco importa se costituito da una rete radio o da una moderna rete telefonica) consiglia sempre uno studio preventivo attinente alle prestazioni che tale sistema dovrà fornire, che sia direttamente correlato all'organizzazione interna del destinatario del sistema e rapportato alle modifiche che in tale organizzazione sarà opportuno introdurre per ottenere il massimo del risultato funzionale ed economico.

Adottare una moderna rete di collegamento o rimodernare quella esistente, senza por mente alla necessità di razionalizzare le comunicazioni (telefoniche e/o via radio), è probabilmente il modo errato e più dispendioso di affrontare la questione.

Per far fronte a quest'insieme di problemi appare consigliabile far ricorso a strutture specializzate, estranee alla commercializzazione ed alla fornitura delle apparecchiature (e che quindi non siano oggettivamente condizionate nella soluzione del problema da questo o quell'altro sistema) che forniscano tutti gli elementi indispensabili (prestazioni, costi, proposte organizzative ecc.) per operare una scelta oculata, economicamente e tecnicamente più aderente alle singole necessità.

La ricerca di una simile struttura non è facile.

Occorre che essa sia in possesso di un notevole bagaglio di esperienze e che possa fornire adeguate consulenze tecniche e giuridiche in grado di affiancare le strutture operanti all'interno dell'organizzazione del Cliente per fornire in un periodo di tempo determinato ed a costi certi, quell'insieme di studi e di proposte che permettono alla dirigenza ed agli amministratori di una Azienda, di un Comune, Provincia, Regione ecc. di poter determinare con chiarezza i temi del problema, l'eventuale capitolato di gara, i tempi occorrenti per l'adozione delle nuove tecnologie e gli impegni finanziari conseguenti.

Questo avviene normalmente nel campo delle comunicazioni via radio, di quelle telefoniche, della sicurezza, del controllo d'area, della gestione del traffico, del trasporto pubblico, del suo monitoraggio ed, infine, nella predisposizione di indispensabili ed appositi corsi di formazione ed addestramento dedicati agli utilizzatori dei sistemi e finalizzati al miglior uso delle apparecchiature adottate.

Le esperienze maturate hanno potuto dimostrare come uno studio preventivo sia indispensabile per introdurre tecnologie d'avanguardia nelle telecomunicazioni a costi preventivamente individuati, nel rispetto della normativa vigente e nel soddisfacimento delle prestazioni desiderate. Il tutto con un inserimento nella struttura organizzativa già operante senza rigetti ma, piuttosto, agevolandone l'articolazione e la redditività.

Ricorrere ad una consulenza per approntare tale studio può risultare la via obbligata per cogliere il massimo dei risultati con il minimo dispendio di energie e di oneri, specialmente se dedicare a ciò risorse interne risulti una via non facilmente percorribile.

RITORNA ALLA PAGINA PRINCIPALE